Bonus 50% Detrazione Edilizia 2017

Buongiorno lettori!

Oggi nel Blog OnlyRent tratteremo un importante argomento per i nostri clienti proprietari di ditte edili e per privati che hanno interesse ad effettuare lavori edili nell’anno 2017.

Sappiamo bene che ormai l’ausilio delle piattaforme aeree per effettuare lavori di natura edilizia in alcuni casi, è diventato praticamente fondamentale ed è per questo che i nostri clienti sanno che possono affidarsi a noi con sicurezza per il noleggio di piattaforme aeree autocarrate, semoventi, ragno, pantografi e furgoni jumpy, jumper, ducato maxi e cassonati con gru.

               

L’argomento che andremo a trattare è il Bonus 50% per ristrutturazione edilizia, presente nella nuova guida delle Entrate. La Guida illustra regole e modalità da seguire per poter accedere al bonus per le ristrutturazioni edilizie e tiene conto delle novità sul tema contenute nella Legge di bilancio 2017.

Tra le principali novità segnalate: la proroga per tutto l’anno 2017 del bonus mobili e del bonus ristrutturazioni edilizie, nuove istruzioni e tempi più ampi per effettuare gli interventi di adozione di misure antisismiche.

Con l’approvazione della Legge Finanziaria 2017, il Bonus ristrutturazioni con detrazione al 50% è stato prorogato al 2017.

Nella Manovra Finanziaria 2017 è prevista la proroga di 1 anno (quindi fino al 31 dicembre 2017) della detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%.

Una novità interessante consiste nel fatto che le detrazione 50% ristrutturazione e gli interventi di recupero del patrimonio edilizio spettano anche al convivente di fatto, di qualsiasi sesso. Lo dice la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate 28 luglio 2016, n. 64/E.

Sul S.O. 129 della Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 è stato pubblicato il Decreto Crescita (d.l. n. 83 del 26 giugno 2012 Misure urgenti per la crescita del Paese). In questa pagina Ediltecnico.it fornisce indicazioni sugli interventi di ristrutturazione edilizia che potranno usufruire delle detrazioni 50% sull’Irpef.

Nella versione definitiva del Decreto non sparisce l’IMU per gli immobili invenduti delle imprese costruttrici, che pagheranno con aliquota agevolata pari all’1 per mille.

Bonus Mobili, la novità della proroga a fine 2017 della Detrazione 50%

La Detrazione 50% è stata prorogata al 31 dicembre 2017 e le agevolazioni sono state estese anche all’adeguamento antisismico degli edifici e all’acquisto di mobili in muratura (armadi a mura, cucine, bagni) per un tetto massimo di spesa di 10.000 euro.

Con la  Legge di Stabilità 2016, la Detrazione 50% è stata ulteriormente prorogata di un anno, fino al 31 dicembre 2017.

Fonte: www.ediltecnico.it

 

Verifiche Pre-operative nel Noleggio “a freddo”

Oggi nel blog di OnlyRent Noleggio parleremo dell’importanza dei controlli da effettuare giornalmente prima di utilizzare una piattaforma aerea.

L’ennesimo infortunio mortale capitato a un giardiniere nell’utilizzo di una piattaforma aerea mette in risalto come una superficiale formazione e l’ignoranza di precise disposizioni di sicurezza all’utilizzo di queste attrezzature, per operare in quota, siano alla base dell’incidente.

La dinamica dell’incidente riguarda l’attività di potatura di alcune piante:

Il giardiniere stava operando in quota all’interno del cestello quando all’improvviso lo stesso si sganciava dal telaio del braccio rovinando a terra. Nella caduta l’operatore, causa la mancanza del sottogola, perdeva l’elmetto protettivo e sbatteva violentemente il capo a terra morendo sul colpo.

L’indagine da parte delle autorità competenti rilevava che il cestello si era sganciato perché il fermo di fissaggio al braccio, privo di coppiglia, si era sfilato.

Nonostante i due dipendenti abbiano testimoniato che il cestello fosse correttamente agganciato al braccio e le minuziose ricerche nell’area di lavoro, il perno di fissaggio e la coppiglia, non sono state trovate.

Il che fa pensare che forse questi elementi già mancavano all’inizio delle lavorazioni.

Eventi simili non sono nuovi, spesso sono dovuti alla mancata effettuazione dei controlli giornalieri: nel Manuale di uso e manutenzione il costruttore ne prescrive l’obbligo da parte del manovratore.

I principali controlli riguardano:

  • I livelli
  • Il controllo di perni e boccole
  • Il funzionamento dei sistemi di sicurezza
  • Le criccature
  • Il serraggio dei bulloni
  • Perdite idrauliche
  • Funzionamento dei comandi

Riguardo all’importanza di queste verifiche per-operative la Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia con il Decreto n. 6551 dell’8 luglio 2014 ha emanato le “Linea guida ‘Uso delle Piattaforme di Lavoro Elevabili’, ” rilevando l’obbligo delle seguenti misure:

– “eseguire un controllo per-operativo approfondito della macchina ed effettuare la prova di tutte le funzioni prima di ogni turno di lavoro, compresa la funzionalità dei dispositivi ad ‘uomo presente’ quali, ad esempio pedali, blocchi meccanici delle leve di comando, doppio comando, ecc.;

– assicurarsi che tutti i pittogrammi di sicurezza siano leggibili;

– controllare il funzionamento dei segnali luminosi (giro faro, spie, ecc.) e sonori;

– verificare visivamente le principali parti strutturali della macchina come ad esempio le articolazioni, le principali saldature, sistemi di fermo dei perni, integrità dei parapetti e del cancello di accesso, ecc.

– non utilizzare la macchina in caso di perdite di olio idraulico o di aria.

Nel caso di accessibilità limitata alle parti da verificare a causa della presenza di sporco e/o grasso occorre provvedere alla pulizia delle zone da controllare”.

E’ importante che i nostri clienti nel momento in cui noleggiano le nostre piattaforme “a freddo” siano consapevoli dei controlli da effettuare e di quale sia l’uso corretto della piattaforma per la loro sicurezza.

 

fonte:Farag formazione

Studio dei rischi del territorio e le situazioni degli edifici residenziali.

Buongiorno,

Oggi nel Blog di Only Rent Noleggio trattiamo l’importante argomento che riguarda lo studio dei rischi del territorio e le situazioni degli edifici residenziali.

Only Rent come sapete bene, si occupa del noleggio di piattaforme aeree autocarrate, semoventi, ragno e pantografi; furgoni cassonati con gru e ponteggi sospesi ed ascensori, siamo quindi sempre a lavoro con ditte che noleggiano i nostri mezzi anche per esigenze di questo genere.

Ecco perchè oggi trattiamo questo importante argomento tratto dal blog ediltecnico.it 

Il programma di prevenzione contro i terremoti Casa Italia,  presentato da Giovanni Azzone in Commissione parlamentare di inchiesta su sicurezza e degrado delle città, vedrà la creazione di un database unico nel quale i luoghi vengano classificati secondo il loro grado di pericolosità (potrebbe essere pronto entro marzo). E’ previsto anche l’inizio dei lavori per la messa in sicurezza in dieci cantieri “tipo”, selezionati da Renzo Piano e ad oggi non ancora resi noti, che vogliono essere un esempio di quegli interventi da realizzare per la messa in sicurezza degli edifici senza compromettere la qualità della vita degli abitanti.

Scopo finale è quello di riuscire a mettere in sicurezza gli edifici prestando attenzione al contesto socio-economico in cui si trovano e consentendo a chi li abita di rimanerci a vivere.

Lo studio dei rischi del territorio

Tre i punti su cui si sta lavorando:

  • capire come ridurre la pericolosità dei luoghi
  • identificare le condizioni di vulnerabilità degli edifici e studiare gli interventi che la potrebbero ridurre
  • identificare i luoghi a rischio tali che richiedono un intervento normativo.
 

A breve e medio termine si prevede di raggiungere tre obiettivi:

  • rendere disponibili e comprensibili le principali misure per ogni comune italiano
  • ricostruire le politiche di prevenzione del rischio di carattere naturale e sociale per individuare punti di forza e di debolezza
  • preparare una proposta di intervento di prevenzione che, per il primo anno, sarà incentrata sul tema della sismica tramite la riduzione del grado di vulnerabilità del patrimonio edilizio

La situazione degli edifici residenziali

I numeri relativi agli edifici residenziali in Italia: su 12 milioni di edifici, 7 milioni sono in muratura portante e più della metà si trova nei centri urbani, il 67 – 68% si trova nelle aree periferiche e ultraperiferiche. Meno del 30% degli edifici residenziali sono in calcestruzzo, di cui il 39% nei centri urbani e il 17% nei comuni periferici.

Il 30% degli oltre 3 milioni degli edifici costruiti prima del 1945 si trova nelle aree interne appenniniche e per quanto riguarda il livello di conservazione ha sottolineato un divario tra Nord e Sud a vantaggio del Nord.

Ha infine sottolineato che fino a ora le politiche sono state scarse, si sono susseguiti piani nazionali e programmi di riqualificazione che però non hanno messo i comuni in condizione di poter gestire la situazione a causa sella valutazione scarsa ed episodica poiché gli indicatori da rispettare per la selezione delle aree di intervento hanno rappresentato un filtro molto debole.